origami pinhole camera

Cos’è: L’Origami Pinhole Camera è una fotocamera di carta dotata di foro stenopeico, come le celebri PaperCams scaricabili dalla rete (la più conosciuta è la Dirkon). A differenza delle altre macchine di carta/cartoncino, però, l’Origami Pinhole Camera è composta da un unico foglio di carta fotografica che, piegata come un origami, crea al proprio interno una camera obscura i cui lati sono tutti fotosensibili. Praticando un pinhole su un lato dell’origami, si consente alla luce di proiettare un’immagine al suo interno che non impressiona soltanto la superficie opposta al foro, ma si propaga attraverso l’”ambiente” creato dalle pieghe della carta, impressionando l’intero foglio di carta fotografica. In questo caso, dunque, non c’è nessuna pellicola all’interno della fotocamera, perché la fotocamera [...]

Anamorphic Pinhole Camera

Le Omniscope pinhole cameras sono delle macchine fotografiche a foro stenopeico che permettono la realizzazione di originali foto distorte senza dover ricorrere al digitale e ai software annessi. Il principio è molto semplice: anziché mettere la pellicola parallela al foro stenopeico, la si posiziona perpendicolarmente, non in piano ma circolarmente. Teoricamente è molto semplice, ma la sua realizzazione è un po’ più complessa. È possibile anche acquistarle, ma i prezzi sono un po’ proibitivi. Comunque chi volesse cimentarsi nell’impresa non ha bisogno di una particolare attrezzatura, basta una scatola a tenuta di luce da utilizzare come corpo macchina e un tubo di plastica per supportare la pellicola. Dal momento che costruire questa pinhole camera non è la cosa più semplice [...]

The Populist Paper Cameras by Nick Dvoracek

Un interessante (e ovviamente gratuito) esempio di fotocamera stenopeica da scaricare e costruire: The Populist! Il fronte democratico e progressista della fotografia fai-da-te si arricchisce di quattro nuovi modelli, tutti opera di Nick Dvoracek, Director of Learning Technologies presso la University of Wisconsin, Oshkosh, tutti scaricabili dal sito dell’università (dove trovate anche una serie di utili risorse): http://idea.uwosh.edu/nick/pinholephoto.htm. Oltre al modello base di formato 35mm (http://idea.uwosh.edu/nick/populist.pdf), Nick mette a disposizione degli appassionati un modello per il medio formato (http://idea.uwosh.edu/nick/120populist.pdf), un modello stereo (http://idea.uwosh.edu/nick/stereo%20populist%20-%20f295.pdf), e uno panoramico (http://idea.uwosh.edu/nick/Panoramic%20Populist%20-%20f295.pdf). Clickate sui link per scaricare i rispettivi modelli e le istruzioni, ma date un’occhiata anche alle istruzioni step-by-step e ai preziosi suggerimenti pubblicati sul sito www.withoutlenses.com, interamente dedicato al foro stenopeico. Saltano subito [...]

Dippold Paper Camera

Quel geniaccio di Francesco Capponi, mago del foro stenopeico e prestigiatore visuale, ha regalato al mondo la propria Paper Pinhole Camera. Potete scaricarla dal suo sito all’indirizzo http://www.francescocapponi.it/canale.asp?id=344, stamparla e costruirla in poche mosse. Al momento ne esiste soltanto una versione in formato 35mm, ma attendiamo con ansia l’annunciata nuova versione per il medio formato. Un’immagine della fotocamera, battezzata Dippold, e le istruzioni per costruirla: Un pool di Flickr dedicato alla Dippold raccoglie immagini realizzate da appassionati in giro per il mondo: http://www.flickr.com/groups/1414784@N21/pool/ Alcuni modelli, tra cui spicca la Dippold con 10 fori stenopeici realizzata da andeecollard. Cliccate sulle immagini per vedere le foto originali: Per saperne di più potete leggere la nostra intervista a Francesco Capponi

Paper Cameras: le macchine di cartone di Kiel Johnson

L’artista Kiel Johnson, nativo del Missouri ma residente a Los Angeles, è un mago del cartone, in grado di riprodurre qualunque oggetto. Strumenti musicali, audiocassette, torchi per la stampa, foto e videocamere, nelle sue mani si trasformano in divertenti sculture di cartone, dettagliate, giganti o a grandezza naturale. Incredibili le sue macchine fotografiche, che riproducono modelli realmente esistenti, dalle TLR alle Polaroid. Molte rispettano la scala originale, e sembra che siano dotate di foro stenopeico. Altre sono sculture esagerate, non progettate per scattare fotografie. Tutte, comunque, sono pensate per stimolare i sensi dello spettatore, che “può interagire con esse nello stesso modo in cui farebbe con una vera macchina”. La sua opera rende omaggio alla straordinaria varietà di forme, e [...]

"Abracadabra Pinhole Camera" - Utilizzata per ritrarre conigli ha il potere di farli apparire nel cappello. Scatta negativi panoramici 5 x 10 cm su rullini 120.

Luce, soltanto luce che trasforma il mondo in un giocattolo. Intervista a Francesco Capponi Partiamo dall’inizio: nelle tue galleries troviamo sculture e fotografie di ogni genere. Mi racconti brevemente il tuo percorso, dalla scultura alla fotografia, dalla fotografia alla Lomografia, dalla Lomografia all’autocostruzione e alle sculture di ispirazione fotografica? Non saprei tracciare un percorso lineare. Ho studiato scultura all’accademia e negli ultimi anni avevo cominciato ad inserire lenti, camere oscure o proiettori nelle mie opere. Nel frattempo mi piaceva passare parte del mio tempo nel laboratorio di fotografia. La fotografia di per sé mi affascinava e mi annoiava al tempo stesso. Mi divertiva soprattutto fare esperimenti in camera oscura, provare le solarizazzioni, sovrapporre negativi e cose del genere. Ho cominciato [...]

Rubikon Paper Cameras

Tempo fa abbiamo scritto della DIRKON, la celebre fotocamera stenopeica di carta pubblicata sul magazine ABC. Nel 2004, 25 anni dopo la pubblicazione della fotocamera ritagliabile, lo stesso ABC ha pubblicato un nuovo modello, la RUBIKON, progettato dal designer Jaroslav Juřica, pensato come una “reazione alla tecnologia digitale”. Come la DIRKON, anche la RUBIKON è distribuita gratuitamente in rete in formato PDF. Ne esistono due versioni, entrambe complete di istruzioni per il montaggio e persino di tavole per l’esposizione! La RUBIKON2, progettata nel 2009, la trovate qui. Qui trovate la RUBIKON1 del 2004, dotata di zoom 37-62!!! Questo è il link originale, che però mi ha dato qualche problema. Ecco come si presenta:

Tempi di esposizione con il foro stenopeico

Per calcolare l’esposizione con una macchina stenopeica bisogna conoscere alcune cose: la distanza focale, cioè la distanza tra il centro ottico dell’obiettivo e il piano pellicola, il diametro del foro, che in questo caso equivale al diaframma, il rapporto focale tra i due, espresso nella usuale misura f. La scuola migliore in questo campo è sicuramente la pratica, considerando l’infinità varietà delle pinhole cameras. Bisogna provare e riprovare, prendendo nota delle esperienze fatte e costruendo una tavola di esposizione, per ogni macchina, in grado di fare da guida durante la ripresa. Bisogna tener presente che, quando si espone la pellicola per tempi lunghi, il tempo deve essere aumentato calcolando il difetto di reciprocità. In rete si trova un software gratuito [...]

DUBBI STENOPEICI #4 - Caricamento pellicola 35mm in una fotocamera stenopeica

Come utilizzare pellicole 35 mm in una pinhole camera se non si ha un meccanismo di aggancio? Esiste un metodo semplicissimo: basta prendere un rullino vuoto (o svuotarlo), capovolgerlo in modo da predisporlo a raccogliervi dentro la pellicola esposta (fig. 1), reinserire la spola dopo averci attaccato sopra del nastro adesivo, richiudere il rullino (fig. 2), prendere una pellicola vergine e incollarla all’altra spola (fig.3). La pellicola dovrà anche passare tra due frame che la manterranno piatta. Se si costruiscono dei frame di cartone sottile, si possono inserire entrambi i lati (opportunamente accorciati rispetto alle dimensioni della cornice centrale) nelle aperture dei due rullini, in modo da evitare infiltrazioni di luce e accavallamenti della pellicola.

DUBBI STENOPEICI #3 - PINHOLE COPYLEFT CAMERA

Ecco un altro progetto copyleft per costruire una pinhole camera di cartone. La fotocamera misura10x4.5×6 cm. Il foro di 0.3 mm è ottenuto su una lastra metallica limata. Questo è il progetto:  Alcune foto della fotocamera realizzata con materiali diversi:

dic 022009
Dirkon Paper Camera

Una della Paper Cameras con la storia più interessante è certamente la DIRKON, pubblicata nel 1979 nella Cecoslovacchia comunista sulla rivista ABC mladých techniků a přírodovědců [An ABC of Young Technicians and Natural Scientists]. E’ una fotocamera di cartoncino progetata per pellicole 35mm. Si può ritagliare stampando il progetto che trovate a questo link http://www.pinhole.cz/en/pinholecameras/dirkon_01.html. Qualche raccomandazione per chi vuole realizzare la DIRKON: il progetto deve essere stampato nelle dimensioni corrette, ratio 1:1. Si può stampare il file Acrobat Reader disabilitando l’opzione “Fit to page”. Converrebbe poi utilizzare un pezzo di alluminio forato e limato al centro, piuttosto che forare la carta, ma funziona comunque. Ultima nota: bisogna assicurarsi che l’interno della fotocamera sia totalmente opaco. Ecco come si presenta la DIRKON, [...]

Suffusion theme by Sayontan Sinha